Attività di screening, campagne di prevenzione e iniziative

Screening completo del livello di sviluppo – anche a distanza

“Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno – forse lo faranno tutti”.
(Albert Einstein)

Accedi e consulta il “Protocollo di Screening – online


Perché si fa
La valutazione del bambino costituisce un ambito di fondamentale importanza. Monitorare lo sviluppo sin dalle sue fasi precoci, attraverso una misurazione delle abilità e competenze, permette di stabilire se lo sviluppo procede nella norma, oppure se sono presenti delle difficoltà che richiedono interventi.

Lo screening completo del livello di sviluppo del bambino è un’attività di prevenzione essenziale per comprendere quanto lo sviluppo del bambino sia in linea con quello di bambini della stessa età o se sia presente un ritardo in una o più aree. 

L’individuazione precoce dei ritardi nello sviluppo, anche lievi, può fare la differenza soprattuto in quelle fasce della popolazione che per varie ragioni sono a rischio (come ad es. i bambini nati pretermine), permettendo di intercettare eventuali problematiche e fornire indicazioni, individuando le abilità e le aree su cui impostare degli interventi educativi o di potenziamento, rilevando i punti di forza e di debolezza del bambino.

Cosa viene osservato
Lo screening completo del livello di sviluppo consente di ottenere una descrizione esaustiva e dettagliata delle competenze dei bambini, dalla nascita ai 12 anni, in riferimento a cinque diverse aree di funzionamento (sviluppo motorio, cognitivo, comportamento adattivo, competenze socio-emotive e comunicazione), permettendo di individuare eventuali ritardi di acquisizione che possono essere oggetto di approfondimento diagnostico e di intervento. 

Il genitore rispondendo a delle domande consentirà di valutare se il bambino padroneggia o meno le singole competenze osservate. In particolare lo screening permette di valutare i seguenti aspetti dello sviluppo:

  • Motorio (grosso motorio e fino-motorio): si valutano le abilità fino-motorie, la destrezza manuale e le abilità visuo-percettive; si misura lo sviluppo fisico e motorio determinando l’abilità di un bambino in compiti che richiedono coordinazione di grandi e piccoli muscoli, forza, resistenza, flessibilità e abilità motorie sequenziali;
  • Comportamenti adattivi : si misurano competenze, abilità e maturità nell’inte­ragire con l’ambiente. Si valuta l’abilità nello svolgere compiti come mangiare, vestirsi, essere indipendente e utilizzare la tecnologia;
  • Socio-emotivo: si misura l’abi­lità nelle relazioni interpersonali, la sensibilità sociale ed emotiva e i comportamenti adeguati nelle situazioni sociali. Nello specifico, si valuta il modo in cui il bambino si relaziona con amici, parenti e adulti;
  • Cognitivo: si valuta lo sviluppo delle abilità necessarie per un efficace funzionamento scolastico e intellettivo. Si valutano anche le abilità strumentali, prerequisito fondamentale per il funzionamento scolastico, in aree come lettura, scrittura, calcolo, uso del com­puter, logica e le abilità scolastiche;
  • Comunicazione e Linguaggio: si misura l’abi­lità di comunicazione espressiva e recettiva che coinvolge sia il linguaggio verbale che quello non verbale. Sono valutati l’uso e la comprensione del linguaggio parlato, scritto e gestuale, insieme all’abilità di usare strumenti di comunicazione (ad es. telefono o computer) in maniera efficace.

Richiesta consulenza

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome e Cognome del genitore/caregiver
Nome e Cognome del minore per il quale si richiede la consulenza